Suonare “L’abbunnanzia” alla chitarra

"L'abbunnanzia" (alias "A multiplicazione")
testi e musica (c) 2016 Farmboy (Antonio Bonifati)
lyrics and music (c) 2016 Farmboy (Antonio Bonifati)
distribuito con licenza CC BY-NC-SA 4.0
distributed under the CC BY-NC-SA 4.0 license
-------------------------------------

"La musica non la comandiamo noi. A volte vorresti fare una canzone
allegra, ma esce fuori una canzone triste ancora più bella e viceversa"
 -- Farmboy

Questa canzone in dialetto calabrese usa solo le tre corde basse e
quindi si può suonare anche su una chitarra fatta con scatola di
sigari. Gli accordi quindi sono tutti di sole 3 note e vanno fatti con
le unghie di indice, medio e anulare. Per questa canzone è preferibile
non usare il plettro.

La scala della melodia (cioè le note utilizzate dalla più acuta alla
più grave) è Si Do Re Mi e quindi utilizza solo le due corde inferiori
(gli accordi però utilizzano anche il Sol, la terza corda). Al limite
si potrebbe togliere il Sol dagli accordi ed utilizzare solo le due
corde inferiori anche per quelli. In questo caso basterebbe una
chitarra a due corde. Tuttavia il Sol aggiunge un certo calore al
risultato ed è preferibile usare 3 corde, né più né meno.

Usate sempre l'indice per il Do e il mignolo per il Re al terzo tasto.
Conviene tenere premuto il Do con l'indice e raggiungere il Re col
mignolo per avere un riferimento fisso quando possibile. Anche quando
si deve sollevare il Do per fare il Si, conviene sollevarlo poco così
non si perde di precisione a lungo andare suonando e anche perché dopo
il Si segue sempre un altro Do.

C'è un'introduzione con melodia e accordi, un cantato e un ponte, poi
un inciso e infine un finale più veloce che usa solo accordi con una
tecnica di chitarra ritmica particolare, che d'ora innanzi sarà nota
come "la schitarrata di Farmboy". Bisogna piegare le dita della mano
destra in modo che la mano sia a conca e si colpiscono le corde con le
tre dita più lunghe unite dalla parte dell'unghia dell'ultima falange,
il tutto leggermente arcuato in modo da colpire le corde ad angolo.
Proprio la mano si muove in su e giù, come se fosse lei un grosso
plettro. Il volume di suono ottenuto dipende da quanto forte colpite:
per esercitarsi è utile colpire piano e poi quando si è sicuri
aumentare il volume del suono colpendo più forte, ma senza esagerare.
E' difficile fare delle pennate sempre in giù in modo altrettando
rapido usando un plettro. E' proprio questa difficoltà che mi ha fatto
sorgere l'idea di usare la mano invece del plettro.

Gli accordi usati sono i seguenti. Per ragioni di brevità /Sol non è
indicato nel testo. Il punto di fulcro stabile è il Do al primo tasto
della seconda corda, che conviene mantenere premuto: lo si solleva
solo per i Si e l'accordo di Mi-/Sol. Proprio per mantenere questo
punto di fulcro ho scelto sul Mi di usare l'accordo Do+ invece del
Mi-. Essi sono simili, solo che il Mi- è più instabile e lo uso a fine
verso talvolta, quando la pausa tra un verso e l'altro dà tempo per
sollevare e abbassare l'indice sul punto di fulcro Do.

Do+/Sol (C/G)
*|--|--|--|
 |-*|--|--|
*|--|--|--|

Mi-/Sol (Em/G)
*|--|--|--|
*|--|--|--|
*|--|--|--|

Mi-7(senza la quinta)/Sol (Em7(omit 5)/G)
*|--|--|--|
 |--|--|-*|
*|--|--|--|
Nota: questo accordo è di tipo 0 3 10 rivoltato
(Mi è 0, Sol è 3 e Re è 10)

Introduzione:

Do+    Do+       Mi-7    Mi-7
Do  Re Mi  Mi Mi Re   Do Re   Si

Do+    Do+       Mi-7    Mi-
Do  Re Mi  Mi Mi Re   Do Si

Do+    Do+       Mi-7    Mi-7
Do  Re Mi  Mi Mi Re   Do Re   Si

Do+    Do+          Mi-7    Mi-
Do  Re Mi  Mi Mi Mi Re   Do Si

Cantato:

   Do+       Mi-            Mi-7       Mi-7
   Do  Re    Mi  Mi     Mi  Re    Do   Re   Si
1  Cu- sì_'a ter-ra     mi  do-   ni   pa-  ne 
3  pum-ma-   do- ri,    mpi-sid-  di_e fa-  vi:
4  'na mi-   ne- stra_o-gni ghjur-nu   l'ha-vi.
   
   Do+      Mi-          Mi-           Mi-7
   Do  Re   Mi  Mi  Mi   Mi  Re    Do  Re   Si
2  cu' fa-  su- li, truc-chi-scu_e va- ja-  ne

Ponte:

   Do+    Do+       Mi-7    Mi-7
1. Do  Re Mi  Mi Mi Re   Do Re   Si

Do+    Do+       Mi-7    Mi-7
Do  Re Mi  Mi Mi Re   Do Re

ripeti 1.

Do+    Do+          Mi-7     Mi-
Do  Re Mi  Mi Mi Mi Re   Do  Si

ripeti 1.

Do+    Mi-       Mi-7    Mi-7 Do+
Do  Re Mi  Mi Mi Re   Do Re   Do

Inciso:

   Do+       Mi-             Mi-          Mi-7
   Do  Re    Mi   Mi     Mi  Mi  Re   Do  Re  Si
1  A   li    sol- di_'un ce  sta-vo_a spi-ran-za
2  pic-chì_i quid-di_a   nis-su- no   l'a-van-za
   
   Do+    Do+           Mi-7    Mi-7
   Do Re  Mi  Mi  Mi Mi Re  Do  Re
3. e  pir-ciò nud-du li vo' cac-cià.
   
   Do+      Do+       Mi-7          Do+
   Do Re    Mi  Mi Mi Re  Do    Re  Do 
4. Pi-rò_'a ter-ra te fa- ci_ab-but-tà!

Finale: si eseguono solo gli accordi, ma la melodia, peraltro simile
al cantato è indicata per eventuali altri strumenti, come il piano o
anche una seconda chitarra, che la eseguano in contemporanea.

   Do+ Mi-7 Mi- Mi- Mi- Mi-7 Do+ Mi-7 Mi-
1. Do  Re   Mi  Mi  Mi  Re   Do  Re   Si

   Do+ Mi-7 Mi- Mi- Mi-  Mi- Mi-7 Do+ Mi-7 Mi-
2. Do  Re   Mi  Mi  Mi   Mi  Re   Do  Re   Si

ripeti 1.

   Do+ Mi-7 Do+ Do+ Do+ Mi-7 Do+ Mi-7
3. Do  Re   Mi  Mi  Mi  Re   Do  Re

ripeti 1.

rallentando
   Do+ Mi-7 Do+ Do+ Do+ Mi-7 Do+ Do+
4. Do  Re   Mi  Mi  Mi  Re   Do  Do
Advertisements